Abusi sessuali su una minorenne
Quattro uomini in carcere

Operazione della Guardia di Finanza di Camerino
- caricamento letture

monorenne-abusi

di Roberto Scorcella

Quattro persone sono state arrestate dagli agenti della Guardia di Finanza di Camerino per abusi sessuali su una ragazzina minorenne.

Le Fiamme Gialle, nell’ambito degli sviluppi di una precedente indagine che aveva portato all’arresto di un settantottenne che adescava ragazzine con regalie e pochi spiccioli nei pressi dei giardini pubblici di Castelraimondo, sono venute a conoscenza che una bambina, frequentante la  5^ elementare, era oggetto di attenzioni morbose di diversi quarantenni di diverse etnie: albanese, rumena ed italiana.

L’informazione in questione era stata fornita da una vittima del pedofilo arrestato, che era stata sentita con modalità tali da garantire la tutela nei confronti della bambina, in ossequio alle disposizioni della “Carta di Noto” in materia di “linee guida per l’esame del minore in caso di abuso sessuale “.

In particolare la minore ha lasciato intendere che una sua coetanea, non meglio identificata, fosse stata oggetto di attenzioni morbose a sfondo sessuale da parte di maggiorenni.

Immediatamente sono iniziate delle specifiche investigazioni nei comuni di Gagliole, Castelraimondo e San Severino Marche con acquisizione di informazioni, sopralluoghi, rilevamenti fotografici, appostamenti e pedinamenti, al fine di individuare la presunta vittima, i possibili autori  dei reati a sfondo sessuale, nonché di delineare i contorni della vicenda.

La vittima è stata identificata in una bambina di origine romena che, all’epoca dei fatti, aveva undici anni.

I sospetti sui possibili colpevoli si sono concentrati su alcuni soggetti di età compresa tra i 30 ed i 45 anni, che con le proprie autovetture erano stati spesso notati nelle adiacenze dell’abitazione della minore.

E’ stata quindi predisposta un’articolata attività investigativa coordinata dal Procuratore della Repubblica di Camerino Dr. Giovanni Giorgio che ha consentito in breve tempo di accertare le responsabilità penali di 4 soggetti, due di nazionalità albanese, un rumeno, ed un  italiano, per gli abusi sessuali sulla minore dodicenne.

Nell’immediatezza la Procura della Repubblica di Camerino ha preso gli opportuni provvedimenti tesi a salvaguardare la minore, vittima delle violenze.

Tutti i responsabili  sono stati arrestati, tre in carcere ed uno ai domiciliari, su provvedimento emesso dal Gip del Tribunale di Camerino, dottoressa Daniela Bellesi, su richiesta del Procuratore inquirente.

L’attività eseguita conferma l’attenzione dei militari della Guardia di Finanza ai fenomeni criminosi che avvengono sul territorio ed in particolare la capacità  di affrontare con risolutezza ed estrema rapidità le indagini quando la vittima dei reati è una persona di tenera età.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X