Futuro e Libertà si presenta
Conti: “Un movimento dal basso”

L'ex parlamentare incaricato da Fini di organizzare il partito nelle Marche

- caricamento letture
giulio-conti

Giulio Conti

di Alessandra Pierini

«Inizia una nuova avventura. Nel nome della libertà. Destinazione futuro.» E’ questo lo slogan inserito nell’header del sito www.noimarche.it, strumento comunicativo scelto dai finiani marchigiani. Il futuro nelle Marche è affidato all’esperienza, in primis di Giulio Conti, ex parlamentare, il quale è stato incaricato dallo stesso Gianfranco Fini, Presidente della Camera, di organizzare qui il suo partito.
«Il movimento di Fini non è verticistico – ha dichiarato Giulio Conti, nel corso di un incontro volto a presentare il nuovo partito,  ma viene dal basso. Si oppone al gioco delle elezioni fatto sulla pelle degli italiani, ai punti del programma non mantenuti dall’attuale Governo e al verticismo del Capo dello Stato che non accetta nessuna analisi critica della situazione.»

Nelle Marche Futuro e Libertà è ormai realtà e sono già attivi i circoli di Macerata, Cingoli, Montecosaro, Morrovalle, Civitanova, Visso, Porto Recanati, Civitanova Marche, Colmurano. «Mi auguro che saranno in molti ad aderire – dice Conti – soprattutto i giovani che si ritrovano nelle idee finiane. Fare un partito non è facile, è estenuante ma crediamo che possa sollecitare i giovani al confronto e dargli un luogo in cui risolvere i problemi.»

conti

Giulio Conti mostra la foto di Fini

Giulio Conti non trascura le questioni locali e sul ricorso al Consiglio di Stato in seguito al quale  la Provincia  è stata commissariata afferma «E’ un esperimento con il quale l’ex Presidente Capponi sta chiedendo al Consiglio di Stato di votare contro se stesso». Ha qualcosa da dire anche alla politica cittadina «Manca completamente il confronto, in Camera di Commercio si fanno continui confronti che non suscitano alcuna reazione governativa. A livello comunale abbiamo assistito tutti alle discrasie per la nomina degli assessori, quindi siamo ben lontani da una logica differente» e all’università «Sono contrario alla chiusura della facoltà di veterinaria  e dell’ateneo di Camerino in favore di Ancona che non si sa per quale motivo si è fregiata del titolo di Università Politecnica delle Marche. Difendere l’Università di camerino vuol dire difendere quella di Macerata.»
Presenti anche il responsabile del sito internet Simone Gabellieri, Mario Morlupi (responsabile del circolo di Colmurano), Enzo Vorbeni del Fronte Verde  e Giovanni Tonnini (responsabile del circolo di Porto Recanati.

futuro-e-liberta1-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X