Armellini torna al Del Conero:
“Affrontiamo una signora squadra
ma non abbiamo paura”

VERSO ANCONA-MACERATESE - "Conservo ricordi bellissimi di quello stadio. Indimenticabile la finale di Coppa Italia del '94 contro la Sampdoria di Gullit"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Andrea-Armellini1-300x200

Il portiere della Maceratese Andrea Armellini

di Andrea Busiello

Sarà una domenica particolare, la prossima, per Andrea Armellini. Il capitano della Maceratese e portiere di grandissima esperienza giocherà nello stadio Del Conero, che nell’ormai lontano 1994 fu teatro di una finale di Coppa Italia d’andata tra Ancona e Sampdoria finita 0-0, con Armellini a difendere i pali dei locali. Erano altri tempi, ora Armellini arriva al Del Conero da avversario e vuole portare a casa punti preziosi con la sua Maceratese.

Armellini, torna al Del Conero dove ebbe dei ricordi speciali…

“E si. Si parla del 1994. Era la finale di Coppa Italia di andata, si giocava Ancona-Sampdoria. In quella sfida il portiere titolare dell’Ancona Nista era fuori e dunque giocai io da titolare, sono cose che non si possono dimenticare; 21.000 spettatori presenti, ho un ricordo di quella serata bellissimo”.

Fu una partita storica per la sua carriera…

“Si, davanti avevo giocatori del calibro di Gullit, Mancini, Mannini e Pagliuca. Noi venivamo da una stagione di B dove però arrivammo in fondo alla Coppa Italia. Quella gara finì 0-0, ma domenica sarà altra storia”.

Ora arriva ad Ancona da capitano della Maceratese…

“E sono orgoglioso di esserlo. Sappiamo che avremo di fronte una squadra fortissima, forse la più forte del girone ma noi vogliamo dire la nostra e giocarci ad armi pari questo confronto”.

L’Ancona è una squadra fortissima: quali sono gli uomini che le fanno più paura?

“Hanno un organico di primo livello anche se credo che Santoni e Pesaresi sono i giocatori che davanti sono pericolosissimi; dobbiamo stare molto attenti in difesa a non concedergli nulla”.

E’ una Maceratese che vale i play off secondo lei?

“Non saprei. Nelle ultime prestazioni non siamo andati benissimo. Di sicuro per centrare i play off vanno eliminati alcuni pericolosi black out; l’organico è buono ma dobbiamo ancora crescere per pensare in grande”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X