Premiato Piergiorgio Battellini,
il “poliziotto poeta”

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

BATTELLINI

Ogni anno la Polizia di Stato celebra, con una manifestazione itinerante, la ricorrenza di San Michele Arcangelo, proclamato Patrono e protettore della Polizia da Papa Pio XII nel 1949. Quest’anno la città prescelta è stata Lecce.

Nella serata del 28 Settembre scorso al Teatro Politeama di Lecce, si è tenuta la cerimonia di consegna del “Premio San Michele Arcangelo”: l’importante riconoscimento, giunto alla sua seconda edizione e la cui assegnazione vuole essere un’attestazione di merito verso quei poliziotti che si sono particolarmente distinti per la loro azione, perché ispirati da quei valori positivi quali l’altruismo, la difesa dei più deboli, la tolleranza e la solidarietà, è stato conferito ai “poliziotti poeti” autori della raccolta “Parole d’anima indivisa” ed a Pippo Baudo per la sua lunga carriera ispirata ai modelli positivi propri della Polizia di Stato.

La serata, presentata da Fabrizio Frizzi e Paola Saluzzi, ripresa dalle telecamere di RAI-1 e trasmessa il 2 ottobre, è stata ricca di momenti di intrattenimento con artisti come Massimo Ranieri, Flavio Insinna, Vincenzo Salemme, Checco Zalone, i Radiodervish e il gruppo folcloristico salentino Arakne Mediterranea, che hanno prestato la loro immagine per  diffondere meglio i sani valori che quotidianamente gli uomini e le donne della polizia di stato “mettono in campo”.

Tra i 27 premiati anche l’Assistente Capo Piergiorgio Battellini (foto) appartenente alla Sezione della Polizia Stradale di Macerata il quale ha raggiunto l’ambito premio presentando la poesia dal titolo “Sogno”.

L’Assistente Capo Piergiorgio Battellini , 44 anni,  residente ad Urbisaglia insieme alla moglie Cinzia e al figlio Raffaele di otto anni, scrive poesie da diversi anni e fino ad oggi ne scritte oltre 100.

Arruolato in Polizia nel 1990, ha prestato servizio presso la sottosezione della Polizia Stradale di Porto San Giorgio e dal 1999 presta servizio nella Sezione di Polizia Stradale di Macerata.

I temi delle sue poesie sono principalmente l’amore  e il sentimento in genere mentre l’ispirazione trae origine da analisi interiore e da momenti della vita quotidiana.

Particolare merito alla sua vena poetica Battellini tiene ad attribuirlo all’Istituto Salesiano di Macerata ove ha frequentato le scuole medie, i cui insegnanti hanno saputo fornire nel tempo gli strumenti culturali di base fondamentali per la crescita della conoscenza, della cultura personale e della sensibilità.

Oltre alla passione di scrivere poesie Battellini coltiva l’hobby del modellismo e condivide la passione per il calcio insieme ai suoi numerosi amici.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X