Stupri a Roma,
17 anni a Luca Bianchini

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

bianchini-luca

ANSA – ROMA  – Luca Bianchini, il ragioniere di 34 anni accusato di essere lo stupratore seriale di Roma, è stato condannato a 17 anni di reclusione. Bianchini è accusato di tre violenze sessuali avvenute in box condominiali alla periferia della Capitale tra l’aprile e il luglio del 2009.

La sentenza è stata emessa dalla VII sezione del Tribunale collegiale presieduta da Aldo Scivicco dopo circa due ore e mezza di camera di consiglio. Il pm Antonella Nespola aveva chiesto 15 anni. Le aggressioni a sfondo sessuale avvennero tutte in box auto in quartieri residenziali di Roma periferici, all’Ardeatino e alla Bufalotta. Bianchini, che all’epoca era anche dirigente di un circolo del Pd a Roma, si è sempre dichiarato innocente. Ad incastrarlo anche l’esame del Dna.

VITTIMA A PM, GRAZIE – E’ scoppiata in lacrime e ha abbracciato il pm ringraziandolo. Così una delle vittime di Luca Bianchini ha reagito alla lettura della sentenza che ha condannato il suo aguzzino a 17 anni di reclusione. La donna ha presenziato a quasi tutte le sentenze. Alla lettura del dispositivo è scoppiata a piangere e ha abbracciato il suo legale, l’avvocato Teresa Manente. Poi ha abbracciato il magistrato ringraziandolo per come ha condotto l’intero processo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X