Conti e Lanciani insieme:
“Vogliamo creare un’alternativa
alla candidatura di Pistarelli”

Si pensa a una lista di centrodestra: "Cercheremo di coinvolgere anche Ballesi e Giustozzi"
- caricamento letture

conti giulio

di Matteo Zallocco

“L’assemblea provinciale del Pdl ha confermato che in questa città stanno decidendo persone che non sono di Macerata, mi riferisco a Ciccioli e Ceroni. Se Pistarelli non ritirerà la candidatura a sindaco e si andrà avanti con questo centrodestra sempre più frantumato bsognerà valutare altre strade”. A parlare è Giulio Conti che oggi ha tenuto l’ennesima conferenza stampa, stavolta assieme a Vittorio Lanciani della lista civica “Essere Macerata”, nella sede del circolo Futuro Ideale. Ma quali sono queste strade alternative? Conti e Lanciani ci stanno lavorando: “Potremmo unirci e creare una alternativa nel centrodestra cercando di coinvolgere anche Giorgio Ballesi e Mauro Giustozzi, inspiegabilmente esclusi a priori da Ciccioli. In questo caso dovremo creare un tavolo di confronto per scegliere chi tra noi sarà il candidato sindaco”.
Si sta pensando insomma a una lista di centrodestra esterna al Pdl: “In questo partito il confronto è mancato, c’è una scelta imposta da fuori – ripete Conti -. Macerata è una città politicamente civile, in grado di scegliere da sola il proprio destino. Abbiamo vinto le elezioni provinciali ma in città c’è stato un grande equilibrio, tant’è che Silenzi ha preso 75 voti in più. Secondo me il centrodestra sta perdendo una grande occasione, sabato è stata confermata la candidatura di Pistarelli ma dopo le esclusioni di grandi persone come Ballesi e Giustozzi cosa si farà se non si metterà l’Udc nelle condizioni di essere alleata? A questo punto spero che Pistarelli rinsavisca e faccia un passo indietro. Casini ad Ancona è stato chiaro, nelle Marche c’è mezza Udc che vuole andare a sinistra. Se non si mette il vice presidente della Provincia Antonio Pettinari in condizioni migliori, senza queste imposizioni esterne, il centrodestra perderà anche l’Udc che alle provinciali ha raggiunto un risultato straordinario, l’11%. Il circolo Futuro Ideale chiede a Fabio Pistarelli di prendere la decisione più giusta per il bene di Macerata, ossia continuare a fare il consigliere regionale, anche per non permettere di avere due consiglieri di Civitanova (Brini e Marinelli) e nessuno di Macerata come vogliono dall’alto”.
E’ sulla stessa lunghezza d’onda il pensiero di Vittorio Lanciani: “Io mi sono tirato fuori dal Pdl sapendo cos’è diventato questo partito a Macerata ma sinceramente non avrei mai immaginato che si ripettessero gli stessi identici errori di cinque anni fa. Ormai è evidente che c’è la stessa, insanabile frattura e non si capisce per quali motivi il Pdl si ritrova con la vittoria in pugno ma non la vuole raccogliere. Pistarelli mi ha promesso che avrebbe risposto alle dieci domande che gli ho posto pubblicamente e spero lo farà”.
Aggiunge Conti: “L’Amministrazione Meschini ha commesso grandissimi errori ma con un centrodestra così potrebbe non bastare per vincere le comunali. Anche la sinistra è divisa, attraverso le primarie si nascondono i problemi interni, ma sappiamo tutti che se Bianchini non vincerà farà una lista per conto suo”.
Conclude Lanciani: “Se questo centrodestra non riesce a sanare le ferite interne come farà a sanare le ferite di Macerata?”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X