Munafò: “Troppa improvvisazione
sul Piano Energetico Ambientale Comunale”

- caricamento letture

consiglio_comunale_4

Da Placido Munafò, consigliere comunale del Comitato Menghi:

“Il Vice sindaco Marconi e il Gruppo Sinistra e Libertà di cui fa parte ci hanno abituato alle cosiddette “Eco Balle” che poi vanno a influire significativamente sui Cittadini. Il Piano Energetico Ambientale Comunale (PEAC) è frutto di un ideologismo ambientalista che spessonon ha nulla a che vedere con valori scientifici sul risparmio energetico in edilizia. Assistiamo ad una improvvisazione che lascia sconcertati. Questa sinistra che ha contribuito a cementificare Macerata oggi scopre l’ambientalismo. Cito alcuni contenuti della proposta di delibera che non possono che far accapponare la pelle. Per l’utilizzo dell’energia solare in edilizia si prevedono solo le cosiddette serre solari che oltre ad essere i sistemi meno efficienti, consento di allargare l’appartamento (se lo avessero proposto altri li avrebbero attaccati come speculatori!), ad esempio con la chiusura di balconi o vani, senza dare un contributo significativo al risparmio energetico. Come mai non sono stati presi in considerazioni sistemi di molto più efficienti come il il Barra-Costantini? Si promuove l’istallazione di sistemi fotovoltaici sugli edifici ignorando che per renderli produttivi, energeticamente parlando, devono essere installati con una precisa inclinazione? Vengono penalizzate le attività produttive imponendo che il 40% delle coperture e delle pareti dei capannoni debbano essere a verde, con un aggravio di costo considerevole e senza un beneficio reale sul risparmio energetico. Si impone la produzione di acqua calda centralizzata nei condomini di nuova costruzione, ignorando che non bisogna in questi casi rincorrere l’efficienza dell’impianto, ma piuttosto un uso corretto da parte dell’utenza. Questi sono solo alcuni esempi per capire come chi ci sta governando spesso non sa cosa sta deliberando. Se si voleva fare una delibera che realmente garantiva il risparmio energetico e la salvaguardia dell’ambiente, bastava una delibera di una pagina dove si chiedeva una analisi del ciclo di vita dei materiali utilizzati (energia spesa per produzione, gestione, smaltimento, ecc.) e premiare chi proponeva soluzioni energeticamente convenienti nel loro complesso. Non mi resta che appellarmi alle forze politiche di buon senso per non far passare una delibera del genere che penalizzerebbe I Maceratesi e gli Imprenditori in maniera ingiustificata”.

Placido Munafò



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =