La foto a torso nudo che ha reso furioso Schwarzy

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

schwa_combo--180x140

(corriere.it)

WASHINGTON – L’impietosa fotografia del “Terminator”, invecchiato e ingrassato, è una vendetta del Drudgereport.com, un sito conservatore che non ha perdonato ad Arnold Schwarzenegger, un repubblicano, di essere diventato “verde” tanto meno di essersi offerto a Obama come ministro dell’ecologia una volta finito di fare il governatore della California tra poco più di un anno. Il sito la ha lanciata con una bizzarra spiegazione.

REGOLAMENTO DI CONTI – Secondo Drudgereport, la foto scattata a tradimento ha mandato in bestia “Schwarzy” e lo ha spinto a firmare una nuova legge contro i paparazzi; un regolamento di conti insomma, una rappresaglia tra l’ex attore e i suoi eterni nemici. In base alla nuova legge i paparazzi non solo saranno multati – come già accade – se violeranno il diritto alla riservatezza delle loro vittime, saranno anche processati insieme con i giornali e le radio tv che useranno le loro fotografie. La decadenza fisica di Schwarzenagger, peraltro relativa – quanti sessantenni sono in condizioni peggiori delle sue! – è dovuta a una serie di malanni che gli hanno impedito di continuare a esercitarsi come in gioventù, allo stress del suo lavoro e all’amore per la buona tavola e per i sigari.

TERMINATOR – Rispetto alle foto di superpalestrato di trent’anni fa, il “Terminator” è quasi irriconoscibile. Ma per gli americani, “Schwarzy”, come viene chiamato affettuosamente, resta una icona del culturismo e del cinema. La foto anzi invita gli americani a meditare sul fatto che il mondo della politica non è più misericordioso di quello dello spettacolo. L’ex attore è messo alla berlina dallo zoccolo duro del partito per la sua indipendenza. Oltre che la politica ambientale di Obama, Schwarzenagger appoggia anche la sua riforma sanitaria, un tradimento stando ai repubblicani. Caretto



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X