CM Junior http://www.cronachemaceratesi.it/junior L'informazione per bambini e ragazzi Mon, 25 Sep 2017 10:11:21 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.2 La notte della ricerca: filosofia e giornalismo per i più piccoli http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/la-notte-della-ricerca-filosofia-e-giornalismo-per-i-piu-piccoli/23892/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/la-notte-della-ricerca-filosofia-e-giornalismo-per-i-piu-piccoli/23892/#respond Mon, 25 Sep 2017 10:07:42 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23892

Ricercatori in erba

Unimc scende in piazza per raccontare scienza e cultura attraverso linguaggi nuovi e accattivanti:  il centro storico venerdì 29 settembre, dal pomeriggio fino a mezzanotte si animerà e accenderà per una notte dove curiostà, cultura e scienza saranno le parole d’ordine.  Tante anche le iniziative per i più piccoli alle 17.30 nei locali dell’ex Upim viene proposto il laboratorio “Philosophy for/with children”: condotto dalle docenti Donatella Pagliacci, Carla Danani e Paola Nicolini in collaborazione con la Biblioteca comunale “Mozzi Borgetti”, è rivolto a bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni per promuovere lo sviluppo logico, critico e creativo del pensiero, nonché la dimensione “caring”, ovvero un atteggiamento consapevole – fondato sulla comunicazione e sull’empatia – nei confronti delle proprie emozioni e delle decisioni. La partecipazione è libera.
Alle 18 prenderà il via il Laboratorio itinerante “Crescere informati” in collaborazione con Cronache Maceratesi Junior, con replica alle 20 e alle  22, incentrato sulle modalità di portare l’informazione giornalistica a bambine e bambini, nonché sui modi in cui l’educazione all’uso dei media possa migliorare la consapevolezza della cittadinanza globale nelle giovani generazioni, senza tralasciare l’attaccamento al territorio, alla sua storia e alle sue tradizioni. Per prenotazioni e informazioni, inviare un sms o un messaggio whastapp al numero 3476569061.
Sempre dalle 18 si snoderà per le vie del centro il flash mob “Bambini all’Opera” per avvicinare bambine e bambini tra i 4 e i 14 anni all’opera lirica, utilizzando la narrazione come strumento facilitante di comprensione, con un approccio ludico e interattivo. La partecipazione è libera.
L’Ateneo dedica anche diversi approfondimento sul mondo della scuola e della formazione, come la mostra fotografica “Tutti su per terra” sulle scuole della provincia colpite dal sisma allestita nell’ambito del Macerata School Festival agli Antichi Forni, il tour virtuale del Museo della scuola alle 19.30 in piazza della Libertà e l’incontro “Artisti si diventa” alle 22 all’ex Upim . La notte della ricerca è organizzata dall’ Ateneo con il patrocinio del Comune di Macerata con il contributo di Isea, Eli, La Spiga edizioni, Banca Generali e Pigini Group. Sono previsti Il programma completo può essere consultato sul sito http://www.unimc.it/nottericerca.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/la-notte-della-ricerca-filosofia-e-giornalismo-per-i-piu-piccoli/23892/feed/ 0
Una gita per i bambini del parco http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/una-gita-per-i-bambini-del-parco/23872/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/una-gita-per-i-bambini-del-parco/23872/#respond Mon, 25 Sep 2017 08:02:57 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23872 “Un aiuto concreto per  i sibillini” dalla sua pagina facebook  lancia un appello a tutte le scuole d’Italia e della provincia che qui raccogliamo e diffondiamo per dare sollievo a tutti i piccoli che vivono quotidianamente  ancora i disagi provocati dal sisma.
Questo l’invito: “ I bambini che frequentano le scuole del cratere spesso lo fanno in container o in strutture momentanee e in classi molto ridotte a causa delle mancate iscrizioni. La spensieratezza dei bimbi gli permette di affrontare tutto, ma vorremmo che ricordassero questo anno per le meravigliose cose fatte a scuola e alimentare in loro la gioia di trovarsi qui. Per questo lanciamo l’iniziativa “Una gita per i bimbi del Parco” e invitiamo tutte le scuole d’Italia a valutare l’ipotesi di “adottare” una scuola dei Sibillini offrendogli una gita nelle loro città. A secondo della loro età o soli o in compagnia di almeno un genitore. Per molti istituiti sarebbe uno sforzo minimo e siamo certi che anche gli alunni e le loro famiglie parteciperebbero concretamente per organizzare un’iniziativa solidale così importante. ”
Le scuole interessate potranno scrivere a unaiutoconcretoperisibillini@gmail.com   avranno la lista delle scuole ancora attive e potranno contattare direttamente l’istituto e accordarsi per la gita.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/25/una-gita-per-i-bambini-del-parco/23872/feed/ 0
Il terremoto nelle scuole e con gli occhi dei bambini: due mostre allo School Festival http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/il-terremoto-nelle-scuole-e-con-gli-occhi-dei-bambini-due-mostre-allo-school-festival/23887/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/il-terremoto-nelle-scuole-e-con-gli-occhi-dei-bambini-due-mostre-allo-school-festival/23887/#respond Sat, 23 Sep 2017 12:49:28 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23887

La festa di San Remigio nella passata edizione del festival

Saranno due mostre fotografiche a dare il via lunedì alla seconda edizione del Macerata School Festival la festa delle scuole e per le scuole.
È un’iniziativa promossa dell’assessorato alla Scuola del Comune di Macerata insieme all’Università di Macerata – dipartimento Scienze della Formazione, Beni culturali e Turismo e Museo della Scuola “Paolo e Ornella Ricca” – in collaborazione con gli Istituti Comprensivi, i Nidi d’infanzia comunali e l’Isrec.
“Inauguriamo il Macerata School Festival con due mostre che guardano la scuola dal punto di vista dell’adulto e del bambino” afferma l’assessore Stefania Monteverde “E’ un dialogo tra grandi e piccoli per imparare a guardare la scuola con occhi diversi e a costruire nuovi modelli di scuola”.
Il festival si apre lunedì 25 settembre, alle 17,30 alla Galleria degli Antichi Forni, con l’inaugurazione della mostra fotografica «Tutti su per terra! Itinerari visivi tra le scuole della Provincia di Macerata colpite dal sisma del 2016», organizzata dal Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo dell’Università degli Studi di Macerata con le immagini scattate da Lucia Paciaroni e con una introduzione del pedagogista Francesco Tonucci. La mostra, che ha ricevuto il sostegno economico della Mobilferro – azienda che da oltre 50 anni produce arredi scolastici, è composta da trenta fotografie delle scuole di ogni ordine e grado dei comuni di Apiro, Caldarola, Camerino, Cingoli, Fiastra, Gualdo, Loro Piceno, Muccia, Pieve Torina, San Ginesio, San Severino Marche, Sant’Angelo in Pontano, Sarnano, Treia, Tolentino, Valfornace e Visso, scattate tra l’aprile e il settembre del 2017. Le fotografie mostrano i crolli e le ferite riportate dagli edifici scolastici e in ogni scatto è racchiuso un tempo che sembra essersi fermato.

La presentazione dello School festival

«Tutti su per terra!» è la testimonianza di una quotidianità spezzata in pochi secondi e della perdita di un punto di riferimento fondamentale per il territorio, ma è anche un invito a riflettere sulle sfide della ricostruzione. Il percorso espositivo si conclude con i disegni dei bambini della scuola primaria “S. De Magistris” di Caldarola che, durante l’anno scolastico 2016/2017, ha realizzato il libro “La scuola: radici del passato e germogli del futuro”.
Sempre il 25 settembre, alle 19, nei Magazzini Uto ci sarà l’inaugurazione della mostra fotografica itinerante «Con occhi di bambino. Lo sguardo dell’infanzia 1-6 sul terremoto», a
cura di Agrinido Agri-Infanzia della Natura Contrada Vallato (San Ginesio, MC) c/o La Quercia della Memoria s.a.s. in collaborazione con i Nidi Comunali coordinati da Marzia Fratini.
La mostra raccoglie le fotografie scattate dai bambini dell’Agrinido Agri-Infanzia della Natura nel periodo successivo alla scossa di terremoto del 30 ottobre 2016 nella contrada Vallato di San Ginesio (MC) e nasce dalla volontà di narrare la rinascita del centro multifunzionale di Vallato. Con la mostra si vuole sostenere il percorso di ricostruzione dell’agrinido in un nuovo edificio.
Orari delle mostre. Tutti su per terra! Itinerari visivi tra le scuole della Provincia di Macerata colpite dal sisma del 2016 rimarrà aperta tutti i giorni dal 25 settembre al 2 ottobre dalle 16 alle 19, mercoledì 27 e sabato 30 dalle 9.30 alle 12.30 e venerdì 29 resterà eccezionalmente aperta fino alle 23 in occasione della Notte Europea dei Ricercatori. Tutte le mattine sarà aperta su prenotazione per le scuole.
Con occhi di bambino. Lo sguardo dell’infanzia 1-6 sul terremoto sarà aperta tutti i giorni (dal 25 settembre al primo ottobre) dalle 9 alle 12 e dalle 16 alle 19. Prenotazioni per le visite delle scuole: marzia.fratini@comune.macerata.it / tel. 328.0327479.
Info: www.macerataschoolfestival.it o Pagina Fb “Macerata School Festival”

Macerata School Festival, spazio alla scuola

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/il-terremoto-nelle-scuole-e-con-gli-occhi-dei-bambini-due-mostre-allo-school-festival/23887/feed/ 0
Dalla Cina alla ricerca di Matteo Ricci con gli studenti dello Scientifico http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/dalla-cina-alla-ricerca-di-matteo-ricci-con-gli-studenti-dello-scientifico/23884/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/dalla-cina-alla-ricerca-di-matteo-ricci-con-gli-studenti-dello-scientifico/23884/#respond Sat, 23 Sep 2017 12:15:46 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23884

Studenti e studentesse dello scientifico “Galilei” durante la visita

Dalla Cina, nella nostra città, alla ricerca di Matteo Ricci.
La famosa scrittrice cinese Chen Danyan è nella nostra città, sulle orme di Matteo Ricci, invitata dall’associazione Li Madù e alla ricerca di fonti di ispirazione per la sua produzione letteraria.
Autrice di libri autobiografici e di romanzi legati all’adolescenza e alla condizione femminile nell’epoca della rivoluzione culturale e nel mondo contemporaneo, Chen Danyan si occupa di letteratura da molti anni. I suoi romanzi sono ambientati nella città di residenza, Shanghai, e la sua fama è particolarmente legata alla trilogia intitolata Shanghai Memorabilia, Shanghai Princess e Shanghai Beauty. Grazie alla sua opera ha ricevuto prestigiosi riconoscimenti tra cui quello conferitole dall’Unesco per il romanzo Nine Lives, autentico contribuito culturale per lo sviluppo della pace e della tolleranza.
La scrittrice ha espresso la volontà di far visita agli studenti del Liceo scientifico Galilei di Macerata per conoscere la didattica legata alle discipline scientifiche. Salutata dal dirigente scolastico, prof. Castiglioni, dal vice preside, prof. Giacchetta e dalla professoressa Serenella Pagnanini in qualità di traduttrice, Chen Danyan ha assistito ad una lezione della prof.ssa Filippucci. Al termine, l’assessore alla cultura Monteverde, docente del medesimo Istituto, ha portato alla scrittrice i saluti della città.
La visita continuerà con incontri ufficiali nella città e con momenti di studio dell’eredità locale e internazionale di Matteo Ricci, a conferma del forte e crescente legame esistente tra Macerata e la Cina.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/dalla-cina-alla-ricerca-di-matteo-ricci-con-gli-studenti-dello-scientifico/23884/feed/ 0
La lettera di due bambini dopo il trasferimento della scuola: “Comincia l’avventura” http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/la-lettera-di-due-bambini-dopo-il-trasferimento-della-scuola-comincia-lavventura/23865/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/la-lettera-di-due-bambini-dopo-il-trasferimento-della-scuola-comincia-lavventura/23865/#respond Sat, 23 Sep 2017 07:45:34 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23865

Che cos’è in fondo una scuola: un palazzo? Delle classi? Gli alunni e le maestre? Forse una scuola è tutto queste cose insieme, che unite creano qualcosa in più: l’apprendimento. E da pochi giorni le lezioni sono riprese anche a Tolentino, nell’istituto Don Bosco che (non so se ricordi), si è spostato in un altro palazzone azzurro perché la vecchia sede non era più agibile dopo il terremoto (leggi l’articolo). Ma qui maestre, bambini e bambine, e tutto il personale che lavora si trovano molto bene, tanto che due di loro hanno inviato una letterina per augurare a tutti quanti un buon inizio anno scolastico:

“Venerdì sono iniziate le lezioni nel nostro istituto, dove tutte le classi di ogni ordine e grado hanno dato il benvenuto al nuovo anno scolastico con bellissime attività di accoglienza organizzate dagli insegnanti. I bambini, entusiasti, hanno così cominciato questa nuova avventura in allegria. A tutti gli alunni e alle loro famiglie i migliori auguri per un sereno e proficuo lavoro all’insegna della cooperazione per il raggiungimento di traguardi sempre più alti”.

Vuoi raccontarci il tuo ritorno in classe? Scrivici a junior@cronachemaceratesi.it

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/23/la-lettera-di-due-bambini-dopo-il-trasferimento-della-scuola-comincia-lavventura/23865/feed/ 0
Il canto dei cervi in amore FOTO http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/il-canto-dei-cervi-in-amore-foto/23849/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/il-canto-dei-cervi-in-amore-foto/23849/#respond Fri, 22 Sep 2017 15:30:42 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23849

Un cervo in amore

di Francesca Urbani
(Foto di Simone Gatto)

Sono stai reintrodotti 11 anni fa i cervi perché mancavano da 200 anni, gli zoologi così hanno liberato, tra il 2005 e il 2006,  un gruppo di solo 49 elementi che oramai sono diventati circa 400 e si concentrano nella valle del Nera del Parco nazionale dei Sibillini. Vengono monitorati di solito in settembre ed  ottobre periodo in cui vanno in  amore. Ora, infatti, i maschi cominciano a contendersi e a difendere le proprie femmine emettendo un verso detto bramito che è forte e potente:  una via di mezzo tra un ruggito e un muggito  che serve per intimorire il rivale ed è difficile che poi inizi la lotta vera e propria. Dopo parte un rituale in cui il cervo marcia avanti e indietro  per valutare le dimensioni dell’avversario e la grandezza delle corna, ma si affronteranno solo se le capacità vocali sono uguali, fanno, cioè un verso di pari potenza. Gli zoologi e i volontari  stanno, al momento,  contando quanti dei maschi nel nostro parco dei Sibillini sono in amore e , a primavera, poi,   quando saranno al pascolo in aree aperte osserveranno la popolazione per vedere quanti sono i nuovi nati.

Finito questo momento del bramito, infatti, cervi adulti se ne vanno  da soli e le femmine in gruppo con i maschi più giovani che restano con le loro madri fino al primo anno di età. Partono alla ricerca di luoghi dove finire la gestazione che dura 260 giorni e da cui nascerà un solo  cerbiatto col pelo chiazzato, pomellato, che serve al piccolo per mimetizzarsi in caso di pericolo, infatti se si nasconde e sta perfettamente fermo, non viene così localizzato anche perché non ha odore ancora. Restano nascosti per le prime due settimane dopo la nascita, tra i cespugli, dove la mamma lo raggiunge per la poppata, dopo seguirà il gruppo di giovani maschi e femmine sulle proprie zampe e perderà  il  caratteristico pelo a macchie alla fine dell’estate.  http://www.cronachemaceratesi.it/2017/09/19/cervo-al-bramito-arriva-il-censimento/1012218/

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/il-canto-dei-cervi-in-amore-foto/23849/feed/ 0
“Viaggiando nell’infinito”: primo premio al Film festival http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/viaggiando-nellinfinito-primo-premio-al-film-festival/23669/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/viaggiando-nellinfinito-primo-premio-al-film-festival/23669/#respond Fri, 22 Sep 2017 09:15:35 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23669

Una delle immagini del video

 

 

Il Fano Film Festival premia “Viaggiando nell’Infinito”, il filmato realizzato dai 32 bambini di 5 anni della scuola di infanzia Aldo Moro di Recanati.  I piccoli si sono meritati il primo premio nella sezione scuola al Fano. Il filmato, girato interamente con un drone, si ispira alla poesia “L’Infinito” di Giacomo Leopardi e ha ricevuto il plauso della giuria che, tra un centinaio di lavori pervenuti, ha voluto premiare l’opera per l’originalità e la delicatezza con cui è stato trattato il tema, nonché per l’abilità tecnica e realizzativa. Il 21 ottobre andranno a ritirare il premio i bambini con le loro famiglie insieme  alle insegnanti-registe Rosita Roncaglia, Valeria Pretini e Adelaide Zeruso,e, naturalmente, anche con chi si è occupato della parte più ” tecnica”: il genitore Giordano Silvestri che ha utilizzato il drone, lo scrittore Diego Mecenero che ha curato l’editing fotografico e il montaggio audio-video, e Mario Ferracuti che ha seguito le riprese a scuola e il montaggio del backstage.
Il Fano International Film Festival, ideato e diretto dal 1989 da Fiorangelo Pucci e organizzato dal locale Fotovideocineclub in collaborazione con la Federazione Italiana dei Cineclub, il Ministero della Pubblica Istruzione, con il patrocinio del Ministero per Beni e le Attività Culturali e del Turismo (MIBACT), accoglie due sezioni competitive: Internazionale e Scuola. ,L’inedita idea progettuale è stata fortemente sostenuta dal Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo B. Gigli, Prof. Giovanni Giri e il premio è un riconoscimento a questa brillante iniziativa.

 

 

 

http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?s=viaggiando+nell%27infinito

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/22/viaggiando-nellinfinito-primo-premio-al-film-festival/23669/feed/ 0
Nicole, una piccola grande voce protagonista allo Zecchino D’Oro http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/nicole-una-piccola-grande-voce-protagonista-allo-zecchino-doro/23834/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/nicole-una-piccola-grande-voce-protagonista-allo-zecchino-doro/23834/#respond Thu, 21 Sep 2017 16:05:15 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23834  

Nicole Marzaroli

Ci sarà anche la voce di una piccola grande artista di San Severino, Nicole Marzaroli, 4 anni, tra i solisti che interpreteranno le canzoni del 60° Zecchino d’Oro. Nicole canterà la canzone “L’anisello Nunù”, musica e testo a cura di Carmine Spera, e si esibirà sul palco dello studio tv dell’Antoniano di Bologna. La sua performance si potrà seguire anche su Rai Uno tutte le domeniche, dal 19 novembre al 10 dicembre, oltre che in occasione dello speciale in onda, sempre sul primo canale della Rai, il giorno 8 dicembre.
Nata il 19 dicembre 2012, Nicole vive a borgo Fontenuova con il papà, Lorenzo Marzaroli, e la mamma, Catia Mizioli. La piccola artista farà parte dei 16 solisti, provenienti da dieci diverse regioni d’Italia, che interpreteranno le 12 canzoni in gara della rassegna che ancora una volta vede assegnata la direzione artistica a Carlo Conti. Insieme ai bambini del piccolo coro “Mariele Ventre” dell’Antoniano di Bologna, diretto da Sabrina Simoni, i giovani interpreti saranno anche la voce de “Il Cuore dello Zecchino d’Oro”, il progetto di solidarietà di Antoniano onlus legato alla trasmissione televisiva con la campagna di raccolta fondi “Operazione Pane” rivolta alle persone che vivono in povertà. Nicole ha superato brillantemente la selezione finale, avvenuta il 1 settembre all’Antoniano di Bologna, a termine del tour delle selezioni nazionali che ha toccato da febbraio ad agosto oltre 30 piazze italiane.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/nicole-una-piccola-grande-voce-protagonista-allo-zecchino-doro/23834/feed/ 0
Sorrisi e vagiti la prima scuola di musica, poi ci vuole tempo http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/sorrisi-e-vagiti-la-prima-scuola-di-musica-poi-ci-vuole-tempo/23685/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/sorrisi-e-vagiti-la-prima-scuola-di-musica-poi-ci-vuole-tempo/23685/#respond Thu, 21 Sep 2017 12:33:03 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23685

Un’esibizione della scuola

Il maestro Beccacece

di Donatella Donati

Proprio così, educare le generazioni che crescono ad apprezzare la musica è un compito prioritario di chi si occupa di formazione, visto che la musica viene tanto ascoltata, fin dai primi mesi di vita, da bambine e bambini, e viene usata come divertimento e come strumento di socializzazione. Perché allora non cominciare presto, il più presto possibile, a trasformare in azione ragionata una tendenza comune a tutti i viventi? Questo è quanto si propone la scuola civica di musica “Beniamino Gigli” di Recanati. Il Comune ha creduto al valore di questa scuola per tutte le età e, fino ad oggi, ne è stato fedele finanziatore. Gli studenti sono 400, gli insegnanti 40 e adesso si aggiungono tutti quelli famosi e importanti, come Bocelli ed altri, che accettano incarichi straordinari per corsi speciali. Il direttore, Ermanno Beccacece, dall’ aspetto gentile e signorile, ha potuto in tutti questi anni di trasformazione e di cambiamenti far mantenere alla scuola la dignità di una istituzione rispettata e appoggiata. Non mancano per questo gli sponsor, in genere legati ad industrie musicali, che consentono manifestazioni ed esibizioni molto seguite. Dal 2005 la scuola ha anche un’orchestra permanente, la Sinfonietta, formata da alunni ed ex alunni e diretta dal maestro Luca Mengoni che insegna violino, una orchestra che è uscita spesso fuori dalle Marche e che si esibisce in varie città italiane.

 

 

Molti alunni di questa scuola hanno cominciato piccolissimi, perché il principio da cui si parte è quello che fa capo a Orff- Schulwerk, secondo il quale i movimenti, i sorrisi, i vagiti e i primi suoni pronunciati dai bambini sono già un avvio alla cultura musicale e si può lavorare su di essi. La vera scuola comincia quando i bambini hanno 6 anni e possono utilizzare uno strumento, qualunque esso sia, purché sia adattabile alla loro prensione, alla loro motricità. Quanto prima si comincia tanto prima si formano quelle abilità muscolari che servono ad utilizzare in seguito gli strumenti, come facessero parte del loro corpo, anno dopo anno, affidati a maestri competenti ed entusiasti. I bambini e le bambine arrivano con facilità agli ultimi anni, quelli che precedono l’entrata al Conservatorio statale di Pesaro, con il quale la scuola è collegata. Durante l’anno scolastico si inseriscono corsi speciali, master class e altre iniziative di raccordo con la musica ufficiale, anche per chi ama la musica moderna, jazz, rap, hip hop. C’è un percorso da poter seguire ma la musica classica è la vera attività fondante.

Il maestro Beccacece lamenta che l’allenamento sportivo è il grande rivale dello studio della musica, perché le società a cui gli studenti appartengono pretendono impegni pomeridiani molto lunghi. Se ne lamentano del resto anche i professori, perché lo studio delle varie materie viene spesso trascurato per l’attività sportiva. Questo non succede per esempio in America, dove i tempi sono misurati, e solo i probabili campioncini vengono sforzati a lunghi allenamenti. Se si desidera una formazione armonica psicofisica degli studenti è necessario lasciare spazi adeguati per tutte le attività, ma è certo che lo studio deve prevalere dove nuove nozioni devono essere apprese; anche la musica ha bisogno di esercizio per essere adeguatamente suonata e non basta un quarto d’ora al piano o un breve uso del flauto o del violino per ottenere risultati accettabili. Personalmente devo dare il mio parere: penso che per uno studio serio, propedeutico a mestieri e professioni future di qualità sia necessario lo studio. Se gli allenamenti pomeridiani sono troppo lunghi e diventano una attività continuativa e pervasiva, va a monte quella concentrazione sui libri e sugli esercizi che servono allo sviluppo dell’ intelligenza e della cultura.


A conclusione della sua lunga esposizione di quello che è la civica scuola di musica ‘B. Gigli’ di Recanati il direttore esprime la sua soddisfazione per i risultati ottenuti, la quantità degli iscritti, la qualità della loro preparazione e, primo fra tutti, il grande appoggio loro dato dagli insegnanti, tutti di alto livello.
La sede della scuola è il bel convento di Santo Stefano, sulla sommità del Colle dell’Infinito, del cui restauro si parla molto e si spera dia una ulteriore solidità al convento, in una piccola parte del quale è collocato anche il Centro Mondiale della Poesia. La lentezza tuttavia con la quale procedono tutti i lavori determinati dai crolli dovuti al terremoto poco fa sperare per quanto riguarda la velocità del restauro.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/21/sorrisi-e-vagiti-la-prima-scuola-di-musica-poi-ci-vuole-tempo/23685/feed/ 0
“Scuola Insieme”: il patto educativo è una festa http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/20/scuola-insieme-il-patto-educativo-e-una-festa/23815/ http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/20/scuola-insieme-il-patto-educativo-e-una-festa/23815/#respond Wed, 20 Sep 2017 11:43:03 +0000 http://www.cronachemaceratesi.it/junior/?p=23815

In tanti si sono ritrovati per “Scuola insieme”

E’ stata una festa e si sono ritrovati in tanti alla scuola media di Porto Potenza per partecipare alla settima edizione di “Scuola insieme”  per rinnovare, così, il patto educativo che c’è tra scuola, insegnati, alunni e istituzioni. Questa  iniziativa  è organizzata, infatti, dall’amministrazione comunale di Potenza Picena in collaborazione con le istituzioni scolastiche, l’Age e la Pro loco.“Nonostante la concomitanza di altre importanti iniziative vi è stata una nutrita partecipazione sia da parte delle associazioni che dei cittadini – ha riferito l’Assessore all’ istruzione Noemi Tartabini – un clima di festa, di collaborazione e di condivisione che auspichiamo possa continuare anche durante tutto l’anno scolastico-educativo allo scopo di sostenere insieme il percorso dei nostri giovani. Si rinnova l’augurio di un proficuo anno dopo il saluto del Sindaco Francesco Acquaroli e dell’Assessore Luisa Isidori il primo giorno di scuola”.

Elemento importate del Patto Educativo è anche  la presenza dello sportello dedicato a famiglie, associazioni e scuole con la presenza di uno psicologo e di un assistente sociale, aperto il primo e terzo mercoledì del mese dalle ore 16 alle ore 18 presso gli Uffici della Delegazione Comunale di Porto Potenza Picena e, con lo stesso orario, il secondo e quarto mercoledì del mese a Potenza Picena presso l’Ufficio Comunale di Piazza Matteotti (di fianco l’ingresso del Teatro Mugellini), previo appuntamento al numero 327.4613215 oppure utilizzando la email: http://sportelloeducativo@comune.potenza-picena.mc.it.

]]>
http://www.cronachemaceratesi.it/junior/2017/09/20/scuola-insieme-il-patto-educativo-e-una-festa/23815/feed/ 0