facebook twitter rss

La maglia rosa vince
il traguardo volante di Sarnano

CICLISMO - Simon Yates ha avuto la meglio sul rivale della generale Pinot allo sprint in via Don Minzoni. La tappa più lunga del Giro D'Italia (da Penne a Gualdo Tadino) è stata vinta dallo sloveno Mohoric, domani passaggio nella Val Potenza durante la tappa che arriverà ad Osimo nel ricordo di Michele Scarponi
martedì 15 maggio 2018 - Ore 17:25 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Simon Yates, in maglia Rosa, passa per primo al traguardo volante di Sarnano

 

 

(foto di Luca Tambella)

Sta dominando il giro d’Italia e, a Sarnano, regala anche uno sprint in volata che infiamma il pubblico. E’ il britannico Simon Yates, in maglia Rosa, ad aggiudicarsi il traguardo volante sotto le tre Torri previsto nella decima tappa, la più lunga della corsa, partita da Penne e arrivata a Gualdo Tadino per un totale di 244 chilometri, vinta dallo sloveno Mohoric. Il 26enne della Mitchelton-Scott, vincitore sul Gran Sasso, ha preceduto sul rettilineo di via Don Minzoni il francese Thibaut Pinot, aggiudicandosi il traguardo volante e i tre secondi di abbuono in palio, aumentando così il suo vantaggio in classifica generale, il tutto mentre Esteban Chavez, suo compagno di squadra e alla partenza secondo nella graduatoria, continuava a perdere minuti a causa di problemi fisici. Un’emozione forte quella di assistere alla volata del corridore più in forma, e ora favorito numero uno per la vittoria finale, che gli sportivi accorsi in massa a Sarnano dimenticheranno difficilmente, così come l’arrivo a Sassotetto della Tirreno Adriatico (che vide trionfare lo spagnolo Landa). La carovana ha poi attraversato il paese e gli altri comuni del maceratese (San Ginesio, Caldarola, Camerino, Muccia e Serravalle) prima di arrivare in Umbria. Domani l’undicesima tappa, la Assisi-Osimo, nel nome di Scarponi: i ciclisti passeranno per Fiuminata, Pioraco, Castelraimondo (dove è previsto un traguardo volante), San Severino e Cingoli (leggi l’articolo).

Il vincitore della tappa Matej Mohoric con il numero 44. Con il casco e la maglia tricolore Fabio Aru

 

 

 

 

 

Giro d’Italia, omaggio a Scarponi e passaggio nella Val Potenza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X