facebook twitter rss

Processo a Luca Traini,
i feriti: «Vogliamo giustizia» (Video)

MACERATA - I ragazzi vittime del raid razzista si sono presentati in tribunale per costituirsi parte civile
mercoledì 9 maggio 2018 - Ore 15:44 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Makan Diabj era con Muhammad Toure il 3 febbraio

 

Paura e la richiesta di avere giustizia dopo essere rimasti feriti nel raid razzista di Luca Traini. Questa mattina cinque dei giovani che sono stati colpiti dagli spari del 29enne sono comparsi in tribunale per costituirsi parte civile. Tutti ad eccezione di Jennifer Otiotio («Non è venuta perché è terrorizzata»).

Muhammad Toure mostra la ferita

Makam Diabj, 24 anni, era insieme a Muhammad Toure, 25, del Mali in via dei Velini quando Traini ha sparato contro di loro. «Stiamo meglio, ma non molto, perché abbiamo ancora paura – ha detto Diabj –. Ero in strada insieme con Muhammad, Traini una prima volta ha mirato a me ma non mi ha colpito, poi ha sparato una seconda volta, ma anche questa non è andata a buon fine e la terza volta ha colpito il mio amico. Non mi sento di dire niente a Traini, perché ho solamente paura».

Un altro dei feriti è Wilson Kofi, 21 anni, ghanese: come ti senti ad essere qui in tribunale? «Non è facile, sto abbastanza bene, voglio solo giustizia».

Gideon Azeke

Dopo quello che è successo vuoi ancora vivere in Italia? «Sì, voglio vivere in questo Paese. Ora sto meglio ma è più difficile uscire. Sento molto più dolore, ma sono sotto cura e penso che migliorerà. Ringrazio Gesù e voglio solo giustizia». Gideon Azeke, 27, nigeriano: «Sono qui per chiedere giustizia. Traini mi ha sparato mentre mi trovano in corso Cairoli. Come sto? Non sto bene, ho paura».

 

 

 

Makam Diabj e Muhammad Toure

Muhammad Toure con l’avvocato Gianfranco Borgani

Makam Diabj e Muhammad Toure

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X