facebook twitter rss

Il “sistema” della Macerata bene:
«Insospettabili nei festini a luci rosse
tra prostituzione minorile e droga»

CONFESSIONE choc davanti alle telecamere di Rainews 24 di una ragazza: nel video si parla di un gruppo di persone capace di controllare e deviare le indagini e di immigrati, nigeriani in particolare, usati come manovalanza
sabato 14 aprile 2018 - Ore 10:56 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

La ragazza intervistata

 

Festini a luci rosse, droga, prostituzione minorile e una sorta di piovra capace di controllare e depistare indagini. Sarebbe questo il “sistema”  in cui sarebbero coinvolte persone della Macerata bene che utilizzerebbero gruppi di immigrati come manovalanza, in particolare nigeriani dediti al traffico di stupefacenti. Lo ha raccontato una ragazza intervistata da Angela Caponnetto di Rainews24 (guarda il video). La giovane, col volto coperto e la voce camuffata, ha parlato dell’esperienza che ha avuto una decina di anni fa, tra insospettabili professionisti e casolari di campagna abbandonati. Nel video vengono anche mostrati gli esposti presentati dalla famiglia di lei, tutti archiviati. Avrebbe deciso di parlare dopo il caso di Pamela Mastropietro, la 18enne romana uccisa e fatta a pezzi, i cui resti sono stati ritrovati in due trolley. 

Uno degli esposti archiviati

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X