facebook twitter rss

Orrore a Macerata, altri 2 indagati
per l’omicidio di Pamela

SVOLTA NELLE INDAGINI - Si tratta di due nigeriani: uno è stato rintracciato in città, l'altro a Milano. Viene contestato loro di aver agito in concorso con Innocent Oseghale
sabato 10 febbraio 2018 - Ore 10:15 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Pamela Mastropietro

 

di Gianluca Ginella

Ci sono altri due indagati per la morte di Pamela Mastropietro. Si tratta di 2 nigeriani a cui viene contestata l’accusa di omicidio volontario, vilipendio e occultamento di cadavere. Da ieri i due uomini, uno rintracciato nella sua casa a Macerata l’altro a Milano, sono nella caserma dei carabinieri. Al momento non sarebbero in stato di fermo ma la situazione è in divenire. Per ore, per tutta la notte, i due nuovi indagati sono rimasti in caserma sottoposti a interrogatorio. Con loro ci sono i loro legali. Viene contestato loro di aver agito in concorso con Innocent Oseghale. La morte di Pamela Mastropietro risale al 30 gennaio. Si era allontanata il giorno prima dalla Pars di Corridonia. Oseghale l’aveva incontrato ai Giardini Diaz di Macerata. È morta alcune ore dopo. Le indagini sono dunque giunte a una svolta. Già con i primi esiti dell’autopsia era apparso chiaro che Oseghale non poteva aver agito da solo. Possibile che tra i nuovi indagati ci sia anche la persona con le capacità di praticare i tagli sul corpo della ragazza eseguiti dalla mano di qualcuno esperto in questo genere di operazioni.

(Servizio aggiornato alle 11,16)

Orrore a Macerata, giorno chiave: sentite diverse persone Stretta su almeno altri 2 nigeriani

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

Pubblicità elettorale




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X