facebook twitter rss

Macerata respinge Forza Nuova
Scontri in piazza della Libertà,
manifestanti portati in questura

BLOCCATI dagli agenti i tentativi di raggiungere piazza Oberdan da parte di Roberto Fiore e della delegazione di ultradestra, a cui era stato vietato di manifestare. Diversi i maceratesi che insieme ai movimenti antifascisti hanno contestato FN. (FOTO/VIDEO)
giovedì 8 febbraio 2018 - Ore 21:52 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

di Matteo Zallocco

(foto di Fabio Falcioni)

Roberto Fiore in testa ai manifestanti

Scontri in piazza della Libertà, tensione alle stelle a Macerata: la polizia ha caricato gli esponenti di Forza Nuova, circa 50 persone, con in testa il leader Roberto Fiore, e che sono stati respinti dal capoluogo dove erano arrivati per manifestare nonostante il divieto della prefettura. Roberto Fiore, in testa al corteo di ultradestra, si è radunato con i suoi in via Armaroli. L’obiettivo era piazza della Libertà. Gli agenti li hanno bloccati nel cuore della piazza per evitare lo scontro con una quarantina di contestatori, per la maggior parte persone della società civile di ogni età, che erano state bloccate all’ingresso della piazza venendo da via Gramsci. All’arrivo dei militanti del movimento di ultradestra i contestatori hanno intonato cori antifascisti. Dall’altra parte i manifestanti gridavano “Forza Nuova orgoglio nazionale” e cercavano di avanzare. I poliziotti hanno caricato. Clima da guerriglia. Gli scontri sono proseguiti fino in via Armaroli, una decina di manifestanti sono stati portati in Questura. 

L’ARRIVO – Agenti presidiavano ovunque le strade. Ma Fiore, con in mano un megafono, e gli altri esponenti di Forza Nuova radunati in via Armaroli hanno cercato comunque di raggiungere la piazza. Hanno fatto il giro e sono saliti da via Don Minzoni e da lì hanno raggiunto piazza della Libertà. Almeno ci hanno provato, con Fiore in testa che gridava insieme ai suoi «Forza Nuova orgoglio nazionale». I poliziotti quando hanno visto i manifestanti muoversi verso la piazza si sono schierati in tenuta antisommossa per bloccarli. «State difendendo la mafia nigeriana» hanno urlato i manifestanti ai poliziotti. Ci sono poi stati scontri e alcuni manifestanti sono stati presi a manganellate e sono stati fatti arretrare. Una tensione altissima in piazza. I poliziotti sono poi riusciti a respingere Fiore e gli altri di Forza Nuova fuori dal centro. In piazza è sceso anche il questore Vincenzo Buono.  Scontri e disordini sono iniziati intorno alle 21,30 e sono proseguiti per più di un’ora.

 

In via Don Minzoni

 

Roberto Fiore e i manifestanti di Forza Nuova indietreggiano dopo le cariche

 

Anche il Questore è sceso durante la guerriglia

 

Diversi maceratesi in via Gramsci insieme ai movimenti antifascisti

 

 

Cori contro Forza Nuova, contestazione in piazza (foto/video)

 

Articoli correlati

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page

Pubblicità elettorale




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X