facebook twitter rss

La villetta degli orrori:
topi, rifiuti e ospiti a sorpresa

CIVITANOVA - Massima incuria e casa per sbandati: è una abitazione nel quartiere di Fontespina. Il Comune ai proprietari: «E' ora di pulire»
martedì 14 novembre 2017 - Ore 18:17 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Foto di archivio

 

Erba alta, rifiuti, topi, senza tetto in una villetta abbandonata nel quartiere di Fontespina, a Civitanova. Il Comune ha ordinato ai proprietari di bonificare l’immobile. A causa dello stato di degrado e incuria in cui versa una palazzina di via Argilofi, all’angolo con la statale 16, il sindaco ha emesso un’ordinanza a carico del proprietario dell’abitazione e del giardino circostante affinché ripristini le condizioni igieniche e garantisca lo sbarramento degli accessi alla proprietà privata. L’ordinanza è l’effetto di un sopralluogo della polizia municipale a seguito di numerose lamentele dei vicini che segnalavano come lo stato di incuria ed abbandono avesse attirato all’interno malintenzionati che avevano addirittura varcato la porta di ingresso forzandone l’apertura. Nell’ordinanza si spiega che gli agenti della Polizia municipale hanno constatato lo stato di totale degrado e incuria dell’area di pertinenza dell’immobile per la presenza di vegetazione spontanea, rifiuti, materiali di vario tipo come ad esempio detriti edili di risulta, pneumatici usati ed hanno evidenziato l’apertura del portone di ingresso e la mancanza di una porzione della recinzione perimetrale, condizioni queste ultime che favoriscono il libero accesso da parte di chiunque. Il sindaco ordina ai proprietari, entrambi civitanovesi, di provvedere a proprie spese alla sistemazione di tutta l’area con il ripristino della recinzione dell’area verde e di chiudere e bloccare l’accesso da ingressi e finestre. Per quanto riguarda l’area verde il privato deve eliminare la presenza dei rifiuti sia all’interno del fabbricato che all’esterno e adottare provvedimenti di derattizzazione, disinfezione, disinfestazione e manutenzione del verde. Qualora il privato risultasse inadempiente il Comune potrà provvedere d’ufficio ai lavori attribuendo le spese ai proprietari.

(l. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X