facebook twitter rss

Mamma e neonato
accerchiati dai rom

CIVITANOVA - Sono stati avvicinati da alcune ragazzine all'ex ente fiere che puntavano la borsa della donna. Il compagno: "Non sono episodi da sottovalutare"
mercoledì 8 novembre 2017 - Ore 21:09 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

Alcuni camper posteggiati vicino al lungomare

 

Nomadi minorenni accerchiano una mamma con il suo neonato. E’ successo questa mattina all’ex ente fiera di Civitanova, ormai tappa fissa di carovane rom che stanziano su via Cavour e sul lungomare. La civitanovese stava passeggiando con il suo bimbo di soli tre mesi e alcune ragazzine nomadi le si sono avvicinate e hanno puntato alla borsa appesa sulla carrozzina. La donna ha reagito e le nomadi si sono allontanate, ma l’episodio ha segnato la donna che ha allertato la polizia municipale. Il compagno della civitanovese su Facebook ha raccontato l’accaduto: «ci siamo preoccupati moltissimo – dice – la mia compagna ha anche chiamato la polizia municipale, ma i nomadi sono rimasti parcheggiati lì e nessuno li ha spostati. Ho segnalato diverse volte su Facebook questa situazione e taggato il sindaco sui miei post, ma non ho ottenuto risposta, non è possibile continuare così, non escludo di andare a parlare direttamente col primo cittadino, non sono episodi da sottovalutare». Quella parte di città infatti da qualche settimana è diventata territorio del gruppo nomade di origine slava che da questa estate campeggia in città. Oltretutto negli ultimi giorni caravan e roulotte sono aumentate e la sensazione di sicurezza passando da quei luoghi diventa precaria.

(l. b.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X