facebook twitter rss

Nuovi alloggi per studenti in centro:
ex hotel diventa un residence

MACERATA - Quello che era l'albergo Della Piaggia, vicino al cinema Corso, è stato preso in gestione dalla cooperativa Il Faro. All'interno stanze per universitari. Lorenzo Staffolani: "Abbiamo cercato di trovare una soluzione che potesse rispondere a una domanda sempre più crescente"
mercoledì 11 ottobre 2017 - Ore 20:57 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

L’ingresso dell’ex hotel

 

Lorenzo Staffolani e Sergio De Carolis

 

Da albergo a residenza per studenti universitari. E’ iniziata una nuova vita per l’ex hotel Della Piaggia, nel centro storico di Macerata, chiuso da anni. Quest’estate, infatti, la cooperativa Il Faro ha preso in gestione la struttura vicino all’ex cinema Corso, in via Santa Maria della Porta, con l’intento di accogliere studenti. In centro infatti, dopo la chiusura dell’ostello Ricci e l’indisponibilità di palazzo Gioberti, che è tornato alla Fondazione Carima, di strutture non ce ne sono quasi più. Chi può si affida ai privati, diverso il discorso per chi  viene in città solo per qualche mese, vedi gli Erasmus per esempio. Da qui l’idea della cooperativa di riaprire l’ex hotel. “Quando a luglio la Fondazione si è ripresa palazzo Gioberti, che fino a quel momento gestivamo noi sempre come residenza per studenti  – spiega il presidente della cooperativa Lorenzo Staffolani – abbiamo cercato di trovare un’altra soluzione che potesse rispondere a una domanda sempre più crescente di alloggi, con un’accoglienza a costi ridotti. E così abbiamo individuato questa struttura che era ferma da anni. Dal punto di vista amministrativo e formale è pronta, e già infatti c’è qualche studente che ci alloggia”.

Una ventina gli studenti attualmente, una trentina circa i posti a pieno regime. Dopo i lavori di quest’estate restano ancora pochi ritocchi da fare, poi l’inaugurazione. Quello che offre la cooperativa è un servizio completo, un’assistenza che copre tutte le necessità di uno studente, a partire dalla pratiche burocratiche. E soprattutto si tratta di una residenza a costi contenuti. E quella dell’ex hotel Della Piaggia è forse l’unica attualmente operativa in centro, di sicuro la maggior parte si trova in quartieri periferici. Come ad esempio il campus Matteo Ricci in viale dell’Indipendenza. A gestire i tre padiglioni dell’università è sempre la cooperativa Il Faro, per un totale di circa 130 studenti. Un’area che già così offre molto ai ragazzi, se non fosse per il problema dei collegamenti con i bus per il centro, ma che potrebbe offrire molto di più. “Ci sarebbe posto per esempio per realizzare spazi di socialità – dice Sergio De Carolis, manager della cooperativa – e su una ulteriore riqualificazione noi è l’università abbiamo intenti comuni. L’ateneo sta lavorando molto per colmare la domanda in maniera adeguata. L’intenzione comune è di continuare a investire”. Il problema infatti è che la domanda è cresciuta esponenzialmente, soprattutto da quando i vari corsi di laurea sono tornati a Macerata, e l’offerta non corre di pari passo. Basti pensare che solo Il Faro ospita in diverse strutture circa 250 studenti. “Il punto è che non bastano – conclude Staffolani – Macerata ha bisogno di centinaia di posti letto, soprattutto adesso che con il terremoto l’offerta è diminuita drasticamente”. Chissà che un giorno non si riesca a realizzare un campus urbano all’americana.

(Gio. DeF.)

(foto Falcioni)

Staffolani e De Carolis nel campus Matteo Ricci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X