facebook twitter rss

Sisma, il lago che non c’era:
il nuovo volto dell’Infernaccio

SIBILLINI - Sopralluogo dei tecnici del Parco dopo gli stravolgimenti del terremoto e la neve di gennaio. Un percorso a ostacoli tra frane e slavine: "Speriamo presto vengano realizzati gli interventi per far tornare accessibili questi luoghi"
venerdì 19 maggio 2017 - Ore 21:15 - caricamento letture
Print Friendly

 

Il sopralluogo dei tecnici sulla frana che ha deviato il Tenna

 

Il nuovo lago alle gole dell’Infernaccio

 

 

Si sono fatti strada tra frane e slavine, all’interno del Parco dei Sibillini, per scoprire che proprio nelle gole dell’Infernaccio, nel territorio di Montefortino (Fermo), la deviazione del fiume Tenna ha creato un nuovo lago. Il terremoto ha cambiato non solo la vita delle persone e le città, ma il volto della montagna stessa come mostrano le foto scattate due giorni fa dai tecnici del Parco dei Sibillini. Insieme al direttore dell’ente, alla Protezione civile, ai carabinieri forestali e a rappresentanti del comune di Montefortino sono andati a controllare la situazione lungo il sentiero.

La spaccatura sulla cresta del Redentore (foto Avventure di montagna)

“Le immagini che mostriamo – dice il Parco sulla sua pagina Facebook – rendono solo vagamente l’idea delle profonde modificazioni causate da enormi frane e slavine, indotte dagli eventi sismici e dall’imponente nevicata di gennaio. Le infrastrutture, e in particolare la strada da Rubbiano e i sentieri, sono stati gravemente danneggiati, il ponte alle Pisciarelle è crollato e il percorso è in molti punti interrotto da massi, cumuli di neve, tronchi e detriti trasportati dalle slavine, rendendo al momento impossibile la fruizione. Una frana ha sbarrato il corso del fiume Tenna, creando un suggestivo laghetto dalle acque cristalline. Ci auguriamo che presto vengano realizzati gli interventi, in armonia con il nuovo equilibrio naturale, necessari a far tornare le persone in uno degli angoli più spettacolari del Parco”. Da un’altra pagina Facebook, “Avventure di montagna” arrivano invece le immagini della spaccatura sulle vette della cresta del Redentore, provocata dalle violenti scosse di terremoto.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X