facebook twitter rss

Saccheggia le case degli anziani,
imputato finto addetto del gas

MACERATA - Con la scusa che doveva fare un controllo avrebbe rubato oro, contanti e monete antiche. I complici sono rimasti sconosciuti
venerdì 19 maggio 2017 - Ore 16:50 - caricamento letture
Print Friendly

L’avvocato Gian Luigi Boschi

 

«C’è una fuga di gas, dovete uscire». Questo avrebbe detto il 45enne Agostino Porcelli per riuscire a rubare, insieme a dei complici, gli oggetti preziosi delle vittime. È la vicenda che è al vaglio di un processo che si è aperto oggi al tribunale di Macerata. Due i furti che vengono contestati al 45enne originario di Lucera e residente a Recanati.

Nel giro di due giorni, nell’ottobre del 2015, un 45enne avrebbe messo a segno un paio di furti, insieme a dei complici, usando sempre la stessa tecnica che consisteva nello spacciarsi per addetto del gas e dicendo ai proprietari delle case in un caso che dovevano raccogliere gli oggetti di valore e allontanarsi, in un altro che dovevano fare una ispezione. Il primo furto era stato messo a segno, per l’accusa da Agostino Porcelli con un complice rimasto ignoto, a casa di una coppia di anziani che vive a Macerata. Porcelli, dice l’accusa, sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo, aveva detto agli anziani di raccogliere gli oggetti di valore e che doveva fare un sopralluogo. Così il 45enne si sarebbe impossessato di monili in oro e banconote per 3.100 euro. Poi si era dileguato velocemente in auto insieme ad un complice. Il giorno seguente, il 15 ottobre, insieme a due complici, rimasti sconosciuti, avrebbe messo a segno un altro furto. Questa volta a casa di una donna anziana, anche lei di Macerata. Alla donna vennero rubate monete antiche che si trovavano in una cassaforte. Per questi due episodi oggi si è aperto il processo al tribunale di Macerata. L’imputato è difeso dall’avvocato Gian Luigi Boschi.

(Gian. Gin.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X