facebook twitter rss

“Dal bel mare al bel monte”
con le auto d’epoca

Domenica 23 aprile le vetture immatricolate entro la fine del 1975 (con eccezione per interessanti esemplari fino al 1985), saranno le protagoniste della 20esima edizione della gita sociale del Caem che svilupperà il suo itinerario, come da tradizione, nel territorio fermano
mercoledì 19 aprile 2017 - Ore 13:04 - caricamento letture
Print Friendly

 

 

Archiviata la prima manifestazione stagionale del Caem, si avvicina la prossima del ricco calendario 2017 “…Dal bel mare al bel monte…”. Domenica 23 aprile le auto d’epoca immatricolate entro la fine del 1975 (con eccezione per interessanti esemplari fino al 1985), saranno le protagoniste della 20esima edizione di questa gita sociale che svilupperà il suo itinerario, come da tradizione, nel territorio fermano. Dal kartodromo “Dino Ferrari”, ideale per fare tranquille sgambate con le vetture e divertirsi con il cronometro, per raggiungere poi la suggestiva e panoramica Monterubbiano dalle lontane origini picene e dall’interessante storia, contraddistinta da un’antica ed orgogliosa indipendenza dalla vicina e potente Fermo. La cittadina è infatti comune libero fin dal 1100. Alla manifestazione saranno ammesse un massimo di sessanta vetture, con i partecipanti che dovranno ritrovarsi dalle 8 al kartodromo “Dino Ferrari” per le operazioni preliminari, che saranno aperte fino alle 9,30.

Alle 10 è prevista la partenza della prima vettura verso la bella Monterubbiano, dove i partecipanti potranno visitare, oltre al bel centro storico, anche il Palazzo Comunale di stile romanico-gotico ed il Museo delle Bambole ideato con la collezione donata dalla signora Pia Desideri al Comune ed inaugurato pochi mesi fa. Si potranno vedere anche il teatro comunale Pagani all’interno di un palazzo cinquecentesco, e la struttura polivalente che costituisce il Polo Culturale San Francesco. Alle 11,30 circa si tornerà al kartodromo fermano dove verranno effettuate le prove per la classifica di merito del raduno, che assegneranno il Memorial Giammarini. Al termine dell’impegno con i cronometri, via verso il mare in direzione Porto San Giorgio per arrivare alle 13 per gustare il pranzo ed effettuare le consuete premiazioni. Grazie alla sesta edizione del Memorial Arnaldo Giammarini, verrà ricordato l’indimenticabile campione sangiorgese, alla presenza della gentile signora Angela, moglie del pilota. L’iniziativa segue la tradizione del Caem, che ha sempre guardato con particolare attenzione la storia motoristica marchigiana.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X