facebook twitter rss

Profumo al tartufo bianco:
nelle essenze il futuro del marketing

CAMERINO - Unicam presenta Mumo, lo spin off di marketing sensoriale che cerca di stimolare i sensi dell'acquirente per rendere più piacevole ed emozionante l'esperienza dell'acquisto e del consumo di prodotti
martedì 18 aprile 2017 - Ore 18:28 - caricamento letture
Print Friendly

 

L’intervento della dottoressa Roberta Grifantini

 

Presentazione ufficiale per Mumo lo spin off dell’università di Camerino dedicato al marketing sensoriale ideato da Emy Morelli. Mumo cerca di stimolare i sensi dell’acquirente per rendere più piacevole ed emozionante l’esperienza dell’acquisto e del consumo di prodotti. Si è svolta a Borgo Lanciano, attraverso un evento multisensoriale. “Attraverso questa innovativa start up vogliamo dare un’opportunità in più al nostro territorio – ha detto Roberta Grifantini, professionista e tra i fondatori dello spin off – sia per aiutare le attività a promuoversi che per dare loro maggiore valore aggiunto, dando nuovi modi per raccontare la storia e la natura di questi territori”. L’obiettivo dello spin off è di mettere a punto azioni di marketing vincente, con una pubblicità capace di catturare l’attenzione, di suscitare reazioni emotive e di rimanere impressa nella memoria il più a lungo possibile. Da questo punto di vista l’olfatto ha un canale preferenziale, perché è l’unico senso legato a filo diretto con il sistema limbico, l’area del cervello che presiede al regolamento dell’istinto, delle emozioni e della memoria a lungo termine.

Il progetto Mumo terzo classificato a Start Cup 2016. Nella foto Emy Morelli con Giorgio Piergiacomi

Accanto alle strategie sensoriali, il core business dell’attività è la realizzazione di loghi olfattivi, ovvero essenze in grado di racchiudere l’identità dei brand committenti. Il lavoro di Mumo parte dallo studio analitico del cliente, attraverso ricerca di tipo chimico, botanico e neurologico, per arrivare alla creazione di un’essenza realmente personalizzata che poi può essere declinata, diffusa e pubblicizzata in base alle singole esigenze. Di recente lo spin off ha creato un marchio olfattivo per la fiera del tartufo di Acqualagna, un profumo fresco ed intenso con nota di tartufo bianco, ambasciatore del Made in Italy. Si tratta di una fragranza d’ambiente, “Acqualagna Profumo”, che farà parte di un circuito turistico sensociale. Il profumo è utilizzabile come fragranza d’ambiente nei luoghi pubblici e in altro formato, come profumo sensoriale. Sono intervenuti anche i restanti componenti dello spin off Gilberto Chiacchiera e Massimo Ghergo di Canenero Adv, il ricercatore Unicam Luciano Barboni oltre al rettore Flavio Corradini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X