facebook twitter rss

Ponte di Pasqua:
i musei sfiorano i 900 visitatori
“Calo del 20%, ma c’è la ripresa”

MACERATA - Le cifre dei turisti in occasione delle festività restituiscono gli effetti collaterali del sisma. L'assessore Stefania Monteverde: "Il numero di oggi è inferiore a quello degli anni passati ma ci incoraggia ad essere ottimisti per la stagione estiva"
martedì 18 aprile 2017 - Ore 15:20 - caricamento letture
Print Friendly

Le persone in piazza per il carosello di Pasquetta

 

Quasi 900 persone, (880 per la precisione), hanno visitato i musei di Macerata durante il ponte pasquale. Questi i dati raccolti dalla rete MacerataMusei nel week end che restituiscono un calo del 20% rispetto all’affluenza dello scorso anno. Una cifra che rappresenta comunque un segnale di speranza per il capoluogo e il territorio colpito dal terremoto intorno a cui si è stretto l’abbraccio dei visitatori. Tanti i turisti da Modena, Bergamo, Treviso, Venezia, Livorno, Savona, Bologna, Ragusa. Poche comitive e molti gruppi autonomamente organizzati. La risposta più ampia è arrivata però proprio dalle regioni limitrofe a loro volta in ripresa dal sisma (Umbria, Abruzzo Lazio) e dalle città marchigiane vicine: Loreto, Fermo, Fano, Porto Sant’Elpidio.

Visitatori in fila ieri per Palazzo Ricci

Sorprese internazionali dall’Argentina e dalla Germania. Tanti sono stati i maceratesi che nei  giorni delle festività hanno accompagnato amici e parenti a scoprire e riscoprire i gioielli della città, i musei civici di Palazzo Buonaccorsi, con le sale dedicate all’arte antica e moderna, la sala dell’Eneide e il Museo della Carrozza, lo Sferisterio e Palazzo Ricci, da poco entrato nella rete di Macerata Musei. “Siamo molto contenti di questo risultato -afferma l’assessore alla cultura Stefania Monteverde – Dopo i mesi difficili del sisma, oggi sentiamo che il territorio è in ripresa anche se rispetto allo scorso anno c’è un calo di quasi il 20%. Vedere i musei con la gente, i turisti sotto l’orologio astronomico in attesa dell’uscita dei magi, le persone in fila, ci convince che è tanto l’amore per la bellezza del nostro paesaggio. Il numero di oggi è inferiore a quello degli anni passati ma ci incoraggia ad essere ottimisti per la stagione estiva. Siamo pronti con i festival e le mostre per rendere sempre più ricca l’offerta culturale”.

Visitatori a Macerata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X