facebook twitter rss

La “Speed marathon” della polizia:
controlli a tappeto
su strade e autostrade

La Stradale italiana ha aderito l'iniziativa europea di sensibilizzazione contro l'eccesso di velocità, promossa dal network Tispol. Per 24 ore, dalle 6 di domani (mercoledì), gli agenti pattuglieranno il territorio nazionale con l'obiettivo di incrementare i livelli di sicurezza
martedì 18 aprile 2017 - Ore 14:31 - caricamento letture
Print Friendly

 

Un posto di blocco della polizia stradale

 

Una “maratona” di controlli contro gli eccessi di velocità, con l’obiettivo di incrementare i livelli di sicurezza sulle strade e ridurre il numero di vittime da incidente stradale. Prenderà il via dalle 6 di domani, mercoledì, e durerà 24 ore la “Speed Marathon”, l’iniziativa europea di sensibilizzazione contro l’eccesso di velocità cui ha aderito la polizia stradale italiana, promossa dal network di polizia Tispol. Una giornata di controlli a tappeto che vedrà impegnate le pattuglie della polizia stradale su tutte le strade e autostrade del Paese. Nel primo semestre del 2016, in Italia, gli incidenti stradali con lesioni a persone sono stati 83.549, il numero di morti entro il trentesimo giorno e’ di 1 .466, mentre i feriti ammontano a 118.349, con una riduzione rispetto allo stesso periodo 2015 dello 0,8 per cento degli incidenti con lesioni a persone, del 4,7 per cento delle vittime e dello 0,5 per cento delle persone ferite. Nonostante il netto calo della mortalità rispetto al periodo gennaio-giugno 2015, il livello resta elevato e non in linea con quanto previsto dall’obiettivo europeo per il 2020, che prevede il dimezzamento del numero delle vittime. In base ai dati forniti dalla polizia stradale, nel primo semestre 2016 il numero di vittime nelle autostrade si riduce di circa il 15 per cento rispetto allo stesso periodo del 2015. Per le strade urbane ed extraurbane la diminuzione e’ invece compresa tra il 2 e il 5 per cento. Nei primi sei mesi dell’anno le contravvenzioni elevate dalla polizia stradale per uso del cellulare alla guida e per eccesso di velocità sono però cresciute rispettivamente del 25 per cento e del 22 per cento. In Italia, come nel resto d’europa, la velocità e’ una delle principali cause di incidente stradale, insieme al mancato rispetto delle regole di precedenza e alla guida distratta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page



Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X