App facebook twitter rss

“I Borghi più belli delle Marche” disegnati da Gianni Compagnoni

Il libro del pittore treiese, sarà presentato domani, mercoledì 11 dicembre alle 17.30, nell’aula magna dell’Università di Macerata
martedì 10 dicembre 2013 - Ore 18:24 - caricamento letture
Print Friendly
CompagnoniGianni

Gianni Compagnoni

 

“In questi miei disegni a inchiostro di china rivivono alcuni degli angoli più incantevoli, tipici e peculiari dei diciannove “Borghi più belli delle Marche”. Coltivo l’ambizione o, più modestamente, la speranza che possa essere un modo nuovo e originale per farli conoscere non solo a turisti e viaggiatori, ma anche ai marchigiani giovani o meno che non li hanno ancora scoperti. Il mio scopo è di stimolare la curiosità, di far nascere il desiderio di visitare i vari luoghi, di cogliere e assaporare l’atmosfera di bellezza che traspare dai borghi. Vorrei che chi sfoglia e ammira le pagine di questo libro senta il bisogno di riappropriarsi della propria terra, le Marche, così come è accaduto a me, iniziando da questi piccoli gioielli incastonati nel territorio come minuscole pietre preziose. Sono convinto che i miei sono soltanto diciannove motivi per scoprire e apprezzare la nostra regione,  ma che certamente ve ne sono molti altri per iniziare o continuare a visitarla e ancor più amarla”. Lo scrive Gianni Compagnoni pittore treiese, nell’introduzione al suo libro “I Borghi più belli delle Marche” che domani – mercoledì 11 dicembre – nell’aula magna dell’Università di Macerata viene presentato alle 17.30 dalla ricercatrice di Storia dell’Arte moderna, Francesca Coltrinari, e dal curatore Alvaro Valentini, critico d’arte di Pollenza. Interviene anche Daniele Salvi per l’assessorato regionale ai Beni e alle attività culturali. Compagnoni ha realizzato a mano libera 5 disegni a china per ciascuno dei 19 paesi delle Marche che fanno parte del club “I Borghi più belli d’Italia”. Le 95 tavole ritraggono scorci particolari di Cingoli, Corinaldo, Esanatoglia, Gradara, Grottammare, Matelica, Mondavio, Montecassiano, Montecosaro, Montefabbri, Montefiore dell’Aso, Montelupone, Moresco, Offagna, Offida, San Ginesio, Sarnano, Treia e Visso. Ma il libro non è solo un catalogo d’arte. Compagnoni, infatti, spinto da curiosità e passione, ha inserito note storiche e informazioni utili per ciascuno dei 19 borghi, suggerendo al lettore tutti quei monumenti o quei luoghi caratteristici che il turista o il visitatore di passaggio non può assolutamente perdersi.

Chi è Gianni Compagnoni?  Nato a Treia il 3 agosto 1948, dopo una lunga attività lavorativa in Italia e all’estero, nel 2004 va in pensione. Il tempo libero gli consente di dedicarsi a una passione coltivata sin dai tempi della scuola: la pittura. Dopo aver frequentato per circa un anno la “Libera scuola d’arte” diretta dal maestro Di Dionisio, continua da autodidatta le sue sperimentazioni artistiche mediante l’utilizzo di diversi mezzi espressivi: acrilico, olio, acquarello e da ultimo la tecnica del disegno a china, rigorosamente a mano libera. Tra i soggetti che ispirano la sua tavolozza: il paesaggio in genere e la natura, gli scorci della natia Treia e le vedute singolari delle belle Marche. La sua pittura si caratterizza per gli accenti di un naturalismo pulsante di luci e colori in un’atmosfera di serena estasi contemplativa.Ha tenuto mostre personali e partecipato a collettive sia nelle Marche che fuori, conseguendo lusinghieri riconoscimenti.Nel 2009 ha pubblicato il volumetto “Treja illustrata” con schizzi a china e citazioni  tratte dal libro “Giù la piazza non c’è nessuno” di Dolores Prato. Nel 2011 ha raccolto nel catalogo “L’incanto della natura”, a cura del critico Alvaro Valentini, tutte le sue opere pittoriche e i disegni a china e acquerello dedicati alle città di Treia, Macerata, Recanati e Narni. E ora, l’ultimo lavoro: “ I Borghi più belli delle Marche” disegnati in novantacinque tavole in bianco e nero.



Torna alla home page

2 commenti per ““I Borghi più belli delle Marche” disegnati da Gianni Compagnoni”

  1. 1
    Artistidellanuovaera Javier Artistidellanuovaera Javier il 10 dicembre 2013 alle 21:44

    Amico di chi sarà?

    Thumb up 1 Thumb down 1 Per votare devi essere autenticato  
  2. 2
    Nick Patri il 11 dicembre 2013 alle 15:03

    Volevo ricordare al Signor Compagnoni che ha omesso di citare un’altra tecnica usata nella sua lunga carriera, quella del graffito con chiave sullo sportello della mia auto, “rigorosamente a mano libera”!!

    Thumb up 1 Thumb down 1 Per votare devi essere autenticato  
[clicca sul nome dell'utente per visualizzare tutti i commenti postati]

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati

Effettua l'accesso




Gli ultimi commenti


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons